The medium is the message

(Marshall McLuhan, 1964)

Il disastro è alle porte, sotto i nostri occhi. Sono rimasti solo 9 anni per mantenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi ed evitare così la catastrofe ambientale. Possiamo, anzi DOBBIAMO, decidere di cambiare le cose da oggi, da adesso.

There’s no plan B, non abbiamo alternative.

La storia recente ci insegna che c’è un unico volano in grado di attivare cambiamenti consistenti ed efficaci nei comportamenti di massa: il CONSUMISMO.

Solo il consumismo è in grado, sfruttando i suoi più fondamentali attributi (brama di possedere, senso di scarsità, voglia di essere uguali agli altri e alla moda o sembrare migliori di quello che si é veramente etc), di innescare nelle masse cambiamenti che la morale, il senso del dovere, le tasse, i divieti… non sono in grado di attuare.

Per questo ci avvarremo del consumismo e dei suoi fondamenti come arma per attuare un cambiamento totale e massivo nella mentalità del consumatore globale.
Faremo della brama e della fretta di possedere, del voler essere alla moda, dell’urgenza e del tempo che sta per scadere i nostri punti di forza.

Arriveremo alle masse attraverso l’unica strada percorribile: il cool, la tendenza, il lifestyle, sfruttando tutto ciò in senso positivo, per il nostro pianeta e per il nostro futuro.

Realizzeremo anzitutto un main brand che guidi tutte le nostre azioni, divenendo il riferimento di chi si vuole identificare con esse.

Tramite questo brand creeremo tendenze, trend topics, movimenti di opinione, sfrutteremo tutti gli asset del marketing e gli influencer più trendy per portare nel modo più rapido e effettivo possibile le masse ad una presa di coscienza, in primis, e a un’azione concreta, nel futuro immediato, sotto forma di pressione sempre più importante su chi ha il potere di decidere e di azioni green: diventeremo in sostanza un marchio top of mind della lotta per un futuro sostenibile.

Ci differenzieremo così dalla nicchia degli ambientalisti, dalla nicchia dei vegani, dalla nicchia dei moralisti e dei disillusi perché il nostro scopo è proprio quello di NON essere una nicchia.

E faremo tutto ciò come una vera e propria company che deve produrre utili per chi ne prenderà parte e ottimi stipendi per chi deciderà di lavorarci. 
Saremo la Nike del green, il Google della lotta al riscaldamento globale.