Più che una domanda, un’affermazione, quella posta e stampata come un manifesto sul fronte di t-shirt e felpe distribuite nel 2020 per sensibilizzare sulla terribile e incontrollata devastazione della Foresta Amazzonica da parte delle scellerate politiche di Jair Bolsonaro.

Chi è Jair Bolsonaro?

Jair Bolsonaro è un politico brasiliano che il 1 Gennaio 2019 è stato sfortunatamente eletto presidente della Repubblica Federale del Brasile.
Un personaggio che incarna un governo ostile e porta avanti una politica ambientale per nulla ambientalista, ma al contrario di distruzione.

Durante il suo governo ha promosso la deforestazione di grandi aree della Foresta Amazzonica, contribuendo all’insorgere di numerosi incendi causati dagli alberi abbattuti lasciati ad asciugare e sfavorendo (eufemismo) le condizioni di vita dei popoli indigeni che la abitano.

Perché la foresta amazzonica è così importante?

In primo luogo, l’Amazzonia rappresenta la più grande foresta intatta del mondo, il vero e proprio polmone verde del pianeta, e ospita al suo interno un’incredibile biodiversità.
Il 10% di tutte le specie vegetali e animali presenti sulla Terra vive infatti nella Foresta Amazzonica, che è anche la casa di più di 24 milioni di persone, tra cui numerosi indigeni appartenenti a 180 gruppi diversi.
Inoltre, la Foresta Amazzonica immagazzina grandissime quantità di anidride carbonica giocando, di conseguenza, un ruolo fondamentale nella lotta contro i cambiamenti climatici.

Quali sono i risultati della politica attuata da Jair Bolsonaro?

L’Osservatorio brasiliano sul clima (che consta di una rete di 50 organizzazioni ambientaliste) ha sottolineato che nei 2 anni passati sotto la presidenza di Jair Bolsonaro si è assisto ad un aumento della distruzione della foresta amazzonica dell’81%, con una media annua di 8.802 kmq distrutti, contro i 4.845 registrati tra il 2016 e il 2018.
Una vera e propria devastazione del primo polmone verde del nostro Pianeta.

Le prese di posizione sull’Amazzonia del presidente sono state al centro del dibattito globale creando risentimento e rabbia nella comunità internazionale, ma anche positive reazioni e voglia di azioni concrete a sostegno della nostra amata Terra.

La mission di Fil_Green

In questo contesto, mentre l’Amazzonia continua ad essere sventrata e devastata, è nata la nostra prima campagna di brand activism.

Desideriamo da sempre dare il nostro contributo al Pianeta e in questo caso la abbiamo fatto sposando una causa a sostegno dell’Amazzonia: con il 100% del ricavato dalla vendita della nostra prima mini-capsule collection in cotone 100% organico abbiamo infatti deciso di sostenere Rainforest Alliance, istituzione che promuove soluzioni climatiche naturali incentrate su mezzi di sussistenza sostenibili da destinare ad agricoltori e alle comunità forestali che proteggono la biodiversità della Foresta Amazzonica.

Il concept messo nero su bianco “WHO DA F*CK IS JAIR BOLSONARO?!?” punta alla sensibilizzazione del consumatore nell’informarsi su quello che accade in Amazzonia e nell’intraprendere un’azione concreta per preservare una delle aree verdi più estese della Terra.

#ActNow

Fil_green si è fatto portavoce di una causa che ci riguarda tutti mediante una campagna di brand activism. Il nostro pianeta ha bisogno di essere difeso e protetto dalle azioni di personaggi come Jair Bolsonaro.

JOIN OUR CAMPAIGN